Perché ho la cellulite?


La cellulite si forma a causa dell’infiammazione del tessuto adiposo che genera un indurimento del grasso. Le cause dell’infiammazione sono da ricercare in un eccesso di liquidi che accumulandosi, ristagnano al di sotto del tessuto adiposo. Il grasso aumenta di volume perché sottoposto all’azione dei i liquidi che si accumulano.

Questa, in parole povere, è la genesi dell’edema, quel gonfiore antiestetico che tutte le donne non vorrebbero mai vedere sul loro corpo, dai cuscinetti che si formano sulle cosce e sui glutei, sull’addome, la parte interna delle braccia e le ginocchia.

Insomma, il problema della cellulite riscuote parecchia attenzione, e tante sono le terapie che promettono di risolvere o di alleviare, per lo meno, il problema. La cellulite si differenzia in relazione alla presenza dei liquidi e dei grassi, per questo motivo ci sono tante forme di cellulite, dall’aspetto e la consistenza diversa. Un elemento che influisce sul genere di cellulite è anche l’età.

La prima forma di cellulite che compare è quella edematosa, dove vi è una maggiore prevalenza di acqua. L’aspetto è quello di un gonfiore che comporta la sensazione di pesantezza alle gambe. Questa forma di cellulite risulta molle al tatto e si muove quando si cammina o si fanno movimenti. Profondamente antiestetica, soprattutto se in giovani donne.

Questo tipo di cellulite ha una formazione piuttosto recente ed ha origine da una scorretta alimentazione. Seppure sia molto antiestetica, è però la più semplice da trattare. La cellulite a ‘buccia d’arancia’ (fibrosa) è l’altra forma più comune che risulta più dura e compatta al tatto perché compare associata alla formazione di noduli e all’aumento di tessuto connettivo. Su http://www.celluliterimedi.eu/ trovate molte indicazioni sul problema.

Di difficile eliminazione è poi la cellulite sclerotica, ovvero quella che si forma col passare del tempo dalla forma fibrosa, e che si ispessisce a livello cutaneo. La cellulite ‘molle’ è quella che compare in donne di età matura, più spesso in menopausa, oppure in persone giovani o adulte ma in sovrappeso. E’ molto caratterizzata al tatto da una texture flaccida ed esteticamente compare con buchi sulla pelle delle cosce. Questa tipologia di cellulite dipende dal fatto che con l’età i tessuti tendono a perdere tono ed elasticità, quindi non sono in grado di contenere il grasso che si sposta nel ridistribuirsi.

La cellulite che colpisce le donne giovani è quella che si chiama dura e compatta, e che può interessare anche le donne giovani e le sportive. Non è visibile all’occhio nudo come la molle, ma solo quando viene schiacciato la porzione di coscia che forma dei piccoli solchi.