Compresse all’aceto di mele


Sembra strano ma l’aceto di mele contiene indubbie proprietà dimagranti per l’organismo come pectina (presente anche nelle mele grattugiate e in grado di calmare anche l’influenza intestinale) un’ampia gamma di vitamine (C, E, A, B1, B2 e B6) e moltissimi minerali (selenio, sodio, magnesio, fosforo, calcio, potassio e ferro).

Compresse all'aceto di mele

Le compresse di aceto di mele permettono di agire sulla glicemia diminuendo i quantitativi di insulina, un ormone tendente a trattenere i grassi. Oltre a questo, l’acido acetico riduce la pressione sanguigna e il colesterolo e favorisce la disintossicazione dell’organismo di sostanze nocive. L’ideale per chi soffre di diabete o ha problemi cardiaci. Quindi, oltre ad una regolare attività fisica, si consiglia di integrare la dieta con l’aceto di mele (due cucchiaini diluiti in un bicchiere d’acqua sono più che sufficienti) prima o durante i pasti in quanto accelera il metabolismo e diminuisce l’appetito. Dato il sapore non proprio gradevole lo si può mescolare con un po’ di miele. In questo caso è più semplice acquistare in erboristeria le compresse di aceto di mele da masticare e solitamente basta prenderne 2, una prima e una durante i pasti per circa un mese, se si vuole diminuire il peso corporeo.


Una volta raggiunto il peso desiderato, è sufficiente assumere una compressa al giorno, sempre durante i pasti, per continuare a mantenere il risultato raggiunto. Tuttavia, anche per questo rimedio naturale contro i chili di troppo, esistono delle controindicazioni. Meglio non superare le dosi consigliate e comunque assumerle diluite perché data, l’acidità del prodotto, a lungo andare può danneggiare lo smalto dei denti e i tessuti che ricoprono l’apparato digestivo. Assunto in quantità elevate può causare anche l’acuirsi dei problemi che dovrebbero andare ad alleggerire (diabete e malattie cardiache). Soprattutto se le compresse di aceto di mele vengono assunte in concomitanza con altri medicinali con proprietà diuretiche e lassative.