Come i mirtilli rossi prevengono dall tumore


Uno dei tumori che causa numero di decessi maggiore negli Stati Uniti d’America è, senza dubbio, quello al colon. Sono venti milioni le persona che negli USA si ammaleranno di questa patologia nel corso di quest’anno secondo uno studio realizzato dall’American Cancer Society, l’organo più importante negli Stati Uniti sul tema del cancro. Nonostante le tante ricerche che sono state realizzate sul tema dei tumori, sono ben pochi i risultati raggiunti negli ultimi anni per combattere questa pericolosissima patologia, ma un alleato del tutto inaspettato potrebbe giungere per i ricercatori.

mirtilli rossi

E’ il mirtillo rosso. Le proprietà di questo frutto, particolarmente apprezzato per la prevenzione delle infezioni all’apparato urinario, potrebbero essere davvero utili anche per il cancro al colon. Lo studio ha dimostrato come le sostanze contenute all’interno dei mirtilli possono eliminare selettivamente le cellule tumorali. Allo studio in laboratorio si è poi passato all’analisi sulla cavie animali e si è dimostrato come anche sull’organismo animale le sostanze estratte dai mirtilli rossi possano combattere l’insorgenza del tumore al colon. La quantità che è stata somministrata ai topi è l’equivalente di una tazza di succo di mirtilli che si dovrebbe assumere ogni giorno.

Ma proprio sull’assunzione nell’uomo sono nati dei dubbi importanti. Molto probabilmente molte sostanze ritenute benefiche per i tumori, si trovano nella buccia che quindi potrebbe anche non essere presente nel succo, o in una quantità insufficiente. L’ideale sarebbe, quindi, quello di consumare i frutti nella loro interezza. Consumare questo particolare frutto porta degli importanti benefici per la consistente presenza di ferro, fibre e vitamina C. Altre proprietà dei mirtilli rossi sono relative alla diarrea che contribuisce ad eliminare grazie alle sue proprietà stringenti e, sotto forma di crema per il viso e per il corpo, per mantenere la salute della pelle combattendo i fastidiosi inestetismi come couperose grazie alla capacità di mantenere forti le pareti dei capillari.