Bere latte fa male? I risultati di una ricerca svedese


Bere il latte potrebbe non fare bene come si crede. Una ricerca svedese realizzata dall’Università di Uppsala ha rilevato come consumare tre bicchieri di latte al giorno potrebbe comportare danni notevoli al corpo. Sono le ossa, secondo la ricerca a subire danni maggiori a causa di assunzioni esagerate di latte. In sostanza, secondo i ricercatori, i test hanno rivelato come siano maggiori le fratture ed i casi di osteoporosi tra gli uomini, ma soprattutto le donne che consumano tre bicchieri di latte al giorno. Ma è addirittura la morte precoce ad essere annoverata tra le possibili conseguenze dell’assunzione eccessiva di latte.

bere latte

La ricerca, realizzata nel 2014, ha analizzato un campione di migliaia di uomini e donne analizzandone e fondo le abitudini alimentari. Sono stati 61 le persone che si sono sottoposte allo studio per una durata di alcuni decenni. Se le donne avevano un’età che va dai 45 ai 79 anni, il campione maschile si componeva di soggetti con un’età che andava dai 39 ai 74 anni. Ad entrambi i gruppi è stato somministrato un questionario per rilevare le abitudini alimentari studiando lo stato di salute negli anni successivi. Nella ricerca sono stati riscontrati un numero di fratture pari a 17 mila con una notevole quantità di rotture dell’anca, pari a 4.259 oltre ad un numero di decessi pari a 15 mila, nel solo campione femminile.

I risultati hanno dimostrato come il numero di fratture sia risultato notevolmente superiore, soprattutto tra le donne con un numero maggiori di morti precoci tra le donne che assumevano almeno tre bicchieri di latte al giorno. Sono gli zuccheri presenti nel latte a danneggiare le ossa secondo i ricercatori. Si tratta di saccarosio e del lattosio che sono presenti in quantità notevoli solo nel latte fresco mentre quantità di gran lunga inferiori sono state riscontrate nei formaggi e nei latticini, sopratutto se stagionati.